Iniziativa i217: Sviluppo della cultura dei consumi
 Si: 6 (100%) · Astenzione: 0 · No: 0 · Approvato
Ultima bozza creata il 2013-01-26 alle 23:59:49

Propongo una campagna di comunicazione per sensibilizzare le famiglie e soprattutto i giovani sulle spese dispensabili e sull'abbattimento degli sprechi. Non è un'iniziativa contro i consumi, ma per lo sviluppo di "una cultura dei consumi che valorizzi il bene comune", il benessere della comunità. Il consumo responsabile è un tema da tempo dibattuto ma affrontato con molte iniziative minori e mai con una campagna di comunicazione potente soprattutto nelle scuole.

Quando facciamo un acquisto, oltre alla soddisfazione di un bisogno, produciamo una serie di effetti di cui non sempre ci sentiamo responsabili.
Ad ogni consumo le domande da porsi sono le stesse:
Quale impatto ambientale produce, quali economie e produzioni favorisce (vicine o lontane), quali comunità può danneggiare (vicine o lontane), ma soprattutto è davvero necessario questo acquisto? Posso pensare ad un alternativa più rispettosa degli altri? Possiamo con gli altri capire quali consumi e modalità di acquisto sono più utili a tutti e non solo alle nostre famiglie?

Come per il lavoro anche i beni primari dovrebbero essere garantiti per tutti quelli che condividono il territorio. Sogno una Regione che tuteli, anche attraverso la cultura dei consumi responsabili, il tenore di vita dei suoi cittadini insegnando a vivere secondo le proprie possibilità e con l'obiettivo di condividere almeno il fabbisogno primario (un tetto, pasto caldo, abiti puliti e asciutti, assistenza sanitaria). Senza questo prerequisito è difficile sedersi e parlare di diritti e uguaglianza sociale, lavoro e servizi secondari.

Sempre pronto a discuterne da cittadino (e non da consumatore)

Giuseppe